Formazione per educatori professionali di Oratorio

L’esperienza oratoriale per funzionare ha bisogno di una presenza educativa costante coi ragazzi e i giovani.
Non sono le mura che santificano o che evangelizzano le persone (per cui non basta “andare all’Oratorio”), ma la qualità della proposta di vita che passa attraverso una relazione significativa, feriale e orientata alla santità.
Don Bosco faceva oratorio, agli inizi, avendo a disposizione solo un prato. Ma c’era lui con loro. E lui faceva la differenza.

Negli anni, in particolare col calo dei sacerdoti, gli Oratori hanno vissuto con grande fatica il poter garantire una presenza educativa costante e significativa della comunità adulta tra i ragazzi: mandando in crisi la proposta oratoriale stessa, che spesso è stata terminata.
Così negli ultimi vent’anni è nata la figura di educatori “stabili” di Oratorio, ovvero un adulto (o un giovane adulto) inquadrato professionalmente, che garantisca un coordinamento e una presenza per la proposta oratoriale.

La nostra Chiesa, attraverso il “Progetto Oratori”, coordinato dal Servizio per la Pastorale Giovanile Diocesana, fornisce una formazione per gli educatori professionali.
Si tratta di appuntamenti con cadenza poco più che mensile, per fare rete, per accedere ad una formazione permanente di qualità, che lavori sulle competenze e sulla biografie personale, togliendo gli educatori dall’isolamento nel quale rischiano di trovarsi.
Con la speranza di potenziare la rete degli Oratori diocesani, condividendo anche le buone prassi e generando comunione e senso di Chiesa.

Sei interessato?
Hai qualche domanda da farci?

Scrivi ai nostri uffici



FORMAZIONE PER ADOLESCENTI E GIOVANI 2018-2019

SCARICA IL PIEGHEVOLE

FORMAZIONE PER
ADOLESCENTI E GIOVANI
2018-2019

SCARICA IL PIEGHEVOLE

Cosa vai cercando?

News

La bottega di Nazareth - Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla

Nazareth racchiude il mistero di un quotidiano in cui Dio illumina e si fa visibile nelle pieghe dell’ordinarietà. Per far diventare straordinario l’ordinario. È il saper stare al mondo autenticamente divino, e dunque autenticamente umano, declinato in ogni dettaglio della vita. È qui che vogliamo tornare ad abitare tutti! Nazareth è la vita della Chiesa, la vita del discepolo. È dove ci aspetta il Risorto nella sua vita possibile condivisa con noi (Mc 16,7).

news_4

I percorsi dell’anno 2018-2019 per i giovani della diocesi sono riassunti in un pieghevole intitolato “FINO ALLA FINE”. Il simbolo scelto è il salmone, che dal mare riprende il suo itinerario di risalita del fiume per dare la vita.

news_6

Sta diventando oramai una tradizione: mercoledì 12 settembre alle ore 20,45 presso l’oratorio don Bosco di Reggio, si terrà la serata di apertura dell’anno pastorale. Sono invitati parroci, sacerdoti responsabili di pastorale giovanile, tutti gli educatori degli adolescenti, due catechisti per Unità Pastorale e accompagnatori spirituali.