Salì in una barca

Generare alla fede gli adolescenti significa accompagnarli attraverso tappe crescenti e consecutive, che si snodano tra temi fondamentali, esperienze forti ed educazione alla preghiera e alla vita interiore.

Per evitare di fermarsi solo a temi circostanziali, annuali e sempre diversi, la nostra Diocesi dal 2011 si è dotata di un progetto chiamato “Salì in una barca” in cui si trovano le linee guida per costruire un itinerario educativo per gli adolescenti 14-19 anni.

Nei sei anni che stanno tra due primi momenti vocazionali (la scelta della scuola superiore, prima, e quella dell’Università, poi) è chiesto di articolare un percorso che porti da una prima professione di fede (la Cresima) ad un’altra professione di fede, più consapevole (col Vescovo e gli altri giovani in Cattedrale), che inaugura una fase nuova della vita: l’età delle scelte tra i 19 e i 30 anni.

“Salì in una barca” è uno strumento valido consegnato a gruppi educatori e loro sacerdoti per costruire con pazienza e stabilità i cammini per i ragazzi delle loro comunità.

Sei interessato?
Hai qualche domanda da farci?

Scrivici, cercheremo di aiutarci.
Scrivi al Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile



Guarda la fotogallery dell’evento

Sei un catechista o
un educatore?

Scopri i percorsi dedicati ai formatori!


formazione-icone

Formazione

Le occasioni di formazione nella nostra diocesi sono moltissime

Cosa vai cercando?

News

estate_missione_19

Nella mattinata di sabato 9 febbraio dalle 10.00 alle 12.00, presso la Sala Conferenze della parrocchia del Sacro Cuore in via Baroni 11 a Reggio, si terrà la presentazione dei campi estivi promossi da diverse realtà missionarie che operano in Albania, Brasile, Madagascar, India, Perù, Rwanda, Sierra Leone, Romania, Georgia, Italia ed Etiopia.

foto consulta 1

In occasione della primo incontro della Consulta diocesana di Pastorale giovanile, tenutosi presso l’oratorio don Bosco di Reggio, il Vescovo Massimo ci ha onorato della sua presenza e ha preso parte ai lavori condividendo alcune riflessioni in risposta agli stimoli dati da don Carlo Pagliari. Riportiamo di seguito l’intervento

image4

Il Signore rende nuove tutte le cose. Questa è una Sua peculiarità, in nessun altro così perfetta, e mi fa innamorare. Durante gli Esercizi Spirituali di Avvento, che si sono tenuti a Marola dal 7 al 9 dicembre, ancora una volta la preghiera mi ha permesso di scoprire il valore della novità del Vangelo. In quelle giornate di sole e luce limpida, ho avuto la sensazione che Dio abbia amato in modo particolare due delle grandi forze dell’Universo, creandole: il silenzio e il vento.